Dio disse hemp. E hemp fu.

Hemp fu. Siccome immobile,
dato il divino odore,
stette bavetta in bilico
memore del sapore,
così percossa, attonita,
la gola sta all’assaggio
ebbra del gusto amabile
di una leccornia tale…”

Ebbene sì, sapevatelo: il Cinque Maggio nacque così. Fu solo dopo che Alessandro Manzoni ebbe smaltito gli effetti della canapa che, incerto sulla spendibilità del componimento, tirò due fregacci e finì per partorire il capolavoro che tutti conosciamo. Eppure si narra che l’ode all’Hemp fu, altrimenti detto tofu di canapa, sia inspiegabilmente giunta a noi grazie al santone indiano Saggya Sta Gangya, che raccolse la brutta copia gettata dalla finestra in un giorno di sole del 1821 e decise di conservarla, certo che un giorno l’Universo sarebbe stato pronto ad accogliere quel messaggio di speranza.
IMG_4194
Ok. Torniamo seri. No, è che ogni volta che nominiamo ai nostri amici l’hemp fu, spiegando che è fatto a partire da semi di canapa, leggiamo espressioni che vanno dal “credevo foste bravi ragazzi” al “ne avranno mica un po’ in avanzo?”. Quindi, per i più scettici, ecco il link in cui trovare tutte le informazioni sul caso senza additarci come detentori di roba illecita. Cabrini e la Rossa Cantante sono tipi rilassati PER NATURA, e l’hemp fu è un alimento proteico nutriente e strabuono, scoperto di recente grazie al Genovegas (il gruppo d’acquisto genovese di cui fanno parte, N.d.R.). Insomma… siamo GASati dalla novità! E già che ci siamo, oltre a esortare chi non lo ha ancora fatto ad assaggiare questa prelibatezza (a nostro parere mille volte più buona del tofu, con il quale non ha poi molto in comune), spendiamo due parolette a favore dei gas. Oltre a garantire il risparmio, che nel caso dell’hemp fu di “Armonia e bontà” è davvero notevole rispetto ai prezzi di listino, il gas è una scelta ecologica, un’occasione per incontrare persone super in gamba e un modo di dare una mano ai piccoli produttori locali. Insomma… GASatevi anche voi e beccatevi la nostra ricetta dell’hemp fu alla ligure. Fu vera gloria? Ai posteri l’ardua sentenza… Noi garantiamo: è un piatto da sballo :-P!
IMG_4203
INGREDIENTI x 2 persone:

  • un panetto da 200g di hemp fu
  • una manciata di pinoli
  • 1 rametto di rosmarino
  • 15 olive taggiasche
  • 1 C di tamari
  • una foglia di alloro
  • 1 cipollotto
  • 1/2 C di olio evo

Pulire il cipollotto, tagliarlo a rondelle sottili e farlo stufare per qualche minuto in poca acqua. Aggiungere il rosmarino e l’alloro. Saltare a parte l’hemp fu in una padella antiaderente con l’olio e il tamari, salando a piacere, aggiungendo anche i pinoli e le olive. Quando l’hemp fu sarà dorato, unire al cipollotto e agli odori e far saltare tutto in padella per 3-4 minuti.

IMG_4206

Ciao ciao!
NdC

About these ads

Una risposta

  1. Ciao! Adoro l’hemp-fu, anche se faccio piuttosto fatica a trovare i semi di canapa.. o meglio, li ho trovati ma costano una fucilata!! Mi ha incuriosito questo gruppo d’acquisto Genovegas ;-)
    un bacio buona domenica!
    Lucy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...